Agricoltura

Antonini: per zootecnia e agroalimentare strategie costruite dal basso

L’assessore regionale promuove tavoli tematici di confronto sui fondi europei del PSR

Settimane di intenso lavoro nell’ambito della delega all’Agricoltura per l’assessore regionale Andrea Maria Antoni impegnato anche a definire gli interventi del PSR cavallo della vecchia e della nuova programmazione dei fondi europei Programma di sviluppo rurale. Tra le iniziative di confronto, particolarmente attesi i tavoli dedicati alla zootecnia, alla valorizzazione del Consorzio oliva Dop ascolana, al settore agroalimentare.

“C’è la necessità di assicurare una continuità di finanziamenti aziendali, orientandoli verso i settori maggiormente richiesti dagli agricoltori”, ha evidenziato l’assessore Andrea Maria Antonini. A disposizione c’è una dotazione di circa 70 milioni di euro, che verrà dirottata dagli investimenti strutturali, sempre meno richiesti dagli imprenditori, a seguito della crisi in atto, “verso misure di sostegno al reddito. In un momento critico, come l’attuale, le imprese devono disporre della liquidità necessaria per ripartire e successivamente investire – ha detto Antonini – Non tutto il plafond disponibile verrà concentrato sulla zootecnia, ma questo sarà un settore che seguiremo con attenzione”.

L’assessore ha ricordato come una corretta gestione della montagna non possa prescindere dalla presenza di allevamenti che garantisca la tutela del territorio necessaria per prevenire dissesti idrogeologici. “Un comparto economico che ha risentito gli effetti negativi del terremoto, ma che tuteleremo con investimenti adeguati sia sul fronte della salvaguardia delle risorse idriche, che dell’abbattimento dei costi di gestione”. I partecipanti al tavolo hanno dato vita a un confronto con i dirigenti regionali presenti all’incontro, con richieste legate principalmente a misure di sostegno al reddito e allo snellimento burocratico. Richieste che verranno recepite dalla Regione nei prossimi bandi che saranno emanati sulla base delle indicazioni venute dal tavolo di lavoro. La stessa metodologia di confronto ha animato anche i successivi incontri con il Consorzio olivicolo e con il settore agroalimentare, con l’identico obiettivo di individuare un pacchetto condiviso di interventi regionali a supporto delle attività produttive. “Tutte le risorse disponibili verranno utilizzate condividendo obiettivi e strategie”, ha concluso l’assessore.

0 Condivisioni

Commenti chiusi.