Covid Marche

Buldorini: nelle caserme VV.FF. accesso mensa anche con tamponi salivari

Per il responsabile organizzativo della Lega, vigile del fuoco, libertà individuale e regole possono convivere

Le regole si rispettano, quando smentite dai fatti si modificano. La Lega è al fianco dei Vigili del Fuoco che segnalano l’assurdità del green pass per accedere alla mensa delle caserme. Gli uomini del corpo lavorano sopportando una fatica e una pressione psicologica notevoli e il pasto è parte integrante della loro preparazione psicofisica. Perché creare ulteriore stress lasciando fuori dalla mensa quelli senza green pass senza considerare che quegli stessi uomini sono stati a contatto di gomito fino ad un minuto prima dentro autobotti e camionette? Libertà individuale e regole possono convivere grazie al tracciamento fatto con i tamponi salivari previsti dalla Regione Marche?” 

Lo dichiara Luca Buldorini, responsabile organizzativo della Lega regionale e di professione vigile del fuoco sottolineando come le criticità emerse dopo la circolare diramata nelle caserme VV.FF. possono essere superate grazie ad iniziative come quella intrapresa dagli assessori regionali Giorgia Latini e Filippo Saltamartini con l’acquisto di 500mila tamponi salivari per i test rapidi anticovid. 

L’iniziativa dei nostri assessori appare l’uovo di colombo e per questo si sta posizionando come una best practice di livello nazionale per scuole e attività sportive. – conclude Buldorini – Ci stiamo attivando nelle sedi opportune perché anche nelle caserme VV.FF. rispetto delle regole e autodeterminazione restino valori imprescindibili e non conflittuali”.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*