Marche

Congresso provinciale Lega Pesaro-Urbino, Rossi eletto segretario

“Il Congresso Provinciale di Pesaro-Urbino si è concluso con l’elezione di Enrico Rossi a Segretario – rende noto il Commissario della Lega Marche, Riccardo Augusto Marchetti – Mirco Toccacieli, Diego Zanchetti, Dario Andreolli, Santa De Angelis, Gianluca Ilari, Massimo Mei, Francesca Fedeli, Andrea Spagna, Francesca Bonci e Monica Morbidelli sono i neoeletti membri del Consiglio Direttivo Provinciale. Grazie a tutti i militanti che si sono messi a disposizione del nostro movimento, in particolare a Gianmauro Melis, candidato alla Segreteria, che sono certo continuerà a lavorare con serietà, come ha sempre fatto in questi anni, e sarà un valore aggiunto per la Lega. Questo Congresso è stato la dimostrazione che se l’obiettivo di tutti è dare il massimo per la crescita del nostro movimento a vantaggio del territorio, si mettono da parte personalismi in nome della collaborazione – sottolinea Marchetti – perché soltanto con il contributo di tutti è possibile raggiungere risultati importanti. Buon lavoro a tutto il Direttivo Provinciale della Lega Pesaro-Urbino e al Segretario Enrico Rossi, che sta dando prova di essere ottimo amministratore e che sarà in grado di mettere le sue competenze a disposizione della Lega e coordinerà il lavoro della Provincia senza trascurare mai l’importanza all’ascolto e del confronto. Con oggi si concludono i Congressi Provinciali della Lega Marche – prosegue Marchetti – un ringraziamento va a tutti coloro che si sono adoperati per l’organizzazione dei congressi, il Responsabile Organizzativo Regionale Luca Buldorini, il Responsabile Regionale del Tesseramento Carlo Iammarino e Mauro Lucentini che ha presieduto i Congressi di Ancona e Pesaro-Urbino ai quali non ho potuto presenziare a causa di impegni istituzionali.

I militanti sono l’essenza della Lega e i Congressi rappresentano la più alta espressione di democrazia perché danno loro la possibilità di scegliere i propri rappresentanti sul territorio – conclude – ora che tutte le province hanno la loro squadra, potranno mettersi al lavoro con ancora più determinazione per affrontare insieme le sfide che ci aspettano e tagliare traguardi sempre più ambiziosi”.

0 Condivisioni

Commenti chiusi.