Marche

Marinangeli: piscina riabilitativa di Porto San Giorgio, c’è l’ok sulla fattibilità tecnica

Procede veloce verso la cantierizzazione dei lavori la piscina riabilitativa di Porto San Giorgio, atteso intervento di recupero e potenziamento di un presidio medico strategico per la città e l’intero territorio visti i diversi campi di utilizzo medico che comprendono, tra gli altri, riabilitazione post-operatoria, lesioni sportive, patologie muscolo-scheletriche e disabilità.
Lo riferisce il consigliere regionale della Lega Marco Marinangeli che segue da vicino fin dall’avvio l’iter procedurale. “La piscina riabilitativa è stata a lungo il miraggio con cui la sinistra ha abbagliato i cittadini sangiorgesi in ogni tornata elettorale – ricorda il consigliere leghista – La Regione a guida centrodestra, a partire dall’ultimo scorcio del 2022, ha saputo intercettare i fondi PNRR nella misura di 2,2 milioni di euro, reperire in bilancio le risorse per completare lo stanziamento dei 2,7 milioni complessivi necessari, procedere a passo spedito con la progettualità. L’approvazione del progetto di fattibilità tecnica, avvenuta con delibera del 24 aprile scorso a firma del commissario Grinta, apre la strada all’assegnazione dei lavori previa selezione delle ditte da parte di Invitalia, società del governo deputata all’esecuzione delle gare. Un risultato frutto del grande, encomiabile lavoro di squadra nel rispetto dei tempi e dei budget – sottolinea Marinangeli – Come Regione abbiamo puntato tutto sulla sinergia operativa certi che solo così potremo dare ai fermani e ai marchigiani tutti quelle risposte che legittimamente si aspettano da una maggioranza votata proprio per imprimere un cambio di passo”.
Marinangeli non manca di ricordare che la piscina riabilitativa fa parte di un pacchetto di strutture propedeutiche al potenziamento dei servizi della sanità di prossimità. “La roadmap prevede, tra l’altro, interventi sulle strutture sanitarie di Fermo, Montegranaro, Petritoli e Sant’Elpidio a Mare – spiega il consigliere regionale della Lega – Sono in fase di contrattualizzazione i lavori che termineranno nel primo trimestre del 2024 per l’attivazione delle Centrali Operative Territoriali di Montegranaro e di Fermo-via Zeppilli; entro metà 2026 consegnate le quattro Case della Comunità previste dal masterplan dell’edilizia sanitaria. Completano il quadro i fondi del Piano nazionale complementare che ha assegnato 500.000 euro all’AST Fermo, per l’efficientamento energetico del Dipartimento di prevenzione.

0 Condivisioni

Commenti chiusi.