Sanità

Serfilippi: sanità fanese, le risposte nei fatti. Interventi di ortopedia chirurgica complessa al santa croce

“Ancora una volta la Lega risponde con i fatti ad illazioni, congetture e fantasiose visioni di prospettiva diffuse a mezzo stampa circa il depotenziamento della sanità fanese: dal 10 maggio all’ospedale Santa Croce di Fano lo staff dell’Ortopedia e Traumatologia svolgerà gli stessi interventi di chirurgia protesica effettuati al San Salvatore di Pesaro. Un segnale evidente di come la programmazione della Regione in tema sanitario guardi al potenziamento dell’offerta e alla riduzione dei tempi di attesa nell’ottica di una razionale riorganizzazione che superi il concetto di campanile per rispondere a quello di servizio e riduzione della mobilità passiva che riguarda principalmente proprio l’ortopedia.”.

Lo dichiara il consigliere regionale della Lega Luca Serfilippi ringraziando il direttore Memé e il commissario dell’AST1 Gentili per questo ulteriore step con cui la struttura tecnica si dimostra qualificato braccio operativo delle scelte politiche.

“Effettuare gli interventi a Fano ci consentirà non solo di ridurre i tempi di attesa, ma anche di attivare una corrispondenza virtuosa tra la qualità della prestazione chirurgica e quella della prestazione alberghiera – spiega Serfilippi – Con questa scelta viene capitalizzato l’altissimo indicatore di performance dell’Ortopedia e Traumatologia degli ospedali di Pesaro e Fano che, come dimostrano i dati statistici, offrono una tempestività (48 ore) e qualità della risposta operatoria in rapporto all’aumento di interventi chirurgici per trauma negli anziani (femore in particolare) che li classificano nella scala più alta a livello nazionale. Il prossimo step – conclude il consigliere leghista – sarà la creazione di percorsi differenziati tra Ortopedia dalla Traumatologia per migliorare ulteriormente in programmazione e velocità di trattamento e per sviluppare la chirurgia robotica”

0 Condivisioni

Commenti chiusi.