Consiglio regionale

Lucentini: Morani, basta con le polemiche quotidiane. Sui vaccini agli anziani la smentiscono i fatti

Il commissario provinciale della Lega la invita a leggere le statistiche: Marche oltre media nazionale per vaccini somministrati

“Basta con le polemiche quotidiane! L’onorevole Alessia Morani sulla vaccinazione degli anziani delle Marche si tiene ben lontana dai fatti perché la smentiscono clamorosamente. Le Marche guidate dal centrodestra sono virtuose e ben sopra la media nazionale per vaccini somministrati e per la percentuale di vaccinazione sugli over 80. Perché allora l’onorevole insiste a denigrare l’assessore Saltamartini scaricandogli persino le responsabilità organizzative e logistiche che non gli competono? Questa continua macchina del fango quotidiana sta screditando non solo l’operato della Giunta, ma l’intera campagna vaccinale in cui l’unico vero problema è l’assenza dei vaccini necessari per l’intera popolazione marchigiana. L’on.Morani pensa che si possa fare ancora meglio? Lei stessa ne è testimone: non è più sottosegretario essendo il governo Conte caduto sotto i colpi anche di una pessima gestione dei vaccini con il commissario Arcuri.

Così il neocommissario provinciale della Lega Pesaro on. Mauro Lucentini dopo l’ennesimo attacco strumentale rivolto dalla parlamentare pesarese del PD alla Giunta Regionale e all’assessore Saltamartini.

“Invito l’on. Morani a mettere da parte l’astio con cui quotidianamente commenta qualsiasi azione messa in campo dalla Giunta Regionale. Non è difficile informarsi prima di parlare: le statistiche, oltre che dal Ministero, sono pubblicate da tutta la stampa. L’on. Morani dedichi qualche minuto anche alla loro lettura anziché solo a quella dei post di Facebook e vedrà che le Marche – aggiunge Lucentini – Potrebbe prenderci spunto per usare il suo autorevole pulpito non per stucchevoli invettive, ma per spiegare con onestà ai marchigiani di chi sono le responsabilità. Le critiche costruttive sono sempre ben accette, ma non possiamo più tollerare una campagna denigratoria pianificata a tavolino che strumentalizza tutto e tutti, specialmente in un momento così complicato i cui tanti cittadini stanno soffrendo questa pesante situazione”.

0 Condivisioni

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*