Marche

Buldorini: Calamita guarda solo alla casacca, la Lega ai bisogni del territorio

Il coordinatore cittadino della Lega ad Appignano e membro del direttivo regionale bacchetta il sindaco che attribuisce al comune il merito dei finanziamenti ottenuti grazie ad un progetto pilota del centrodestra

La Lega di Appignano prende atto che il sindaco Calamita è sempre pronto a criticarla in pubblico, ma non disdegna di beneficiare del grande lavoro che Lega e amministrazione regionale di centrodestra stanno realizzando. Non è grazie al comune che i ragazzi delle scuole appignanesi respireranno un’aria più salubre dopo l’installazione dell’aerazione meccanica: è grazie all’intraprendenza dell’assessore regionale all’Istruzione Giorgia Latini, della Lega. In collaborazione con il collega di giunta Baldelli, ha avviato per prima il progetto in Italia ed il ministero lo ha preso a modello stanziando 150mln”.

Luca Buldorini, coordinatore cittadino della Lega ad Appignano e membro del direttivo regionale bacchetta le dichiarazioni del sindaco Calamita che attribuisce alla sola macchina comunale tutto il merito dei finanziamenti ottenuti su un progetto pilota della regione.

Senza il progetto dell’assessore Latini non ci sarebbero stati bandi a cui partecipare. La differenza tra la Lega e il PD di Calamita balza agli occhi: noi lavoriamo per il territorio senza badare al colore degli amministratori, loro restano ancorati ad uno schema dove la casacca viene prima del merito, dei valori e dei fatti – conclude Buldorini – Calamita ha perso, come sempre, l’occasione per mostrarsi super partes quale dovrebbe essere un sindaco che si rispetti. Mentre lui e la sua maggioranza sono concentrati a recuperare, con il lavoro altrui, la credibilità, persa in 20 anni di amministrazione, la Lega si sta adoperando anche per il centro vaccinale. Creato ed organizzato con la collaborazione della Giessegi, sarà a breve a disposizione di tutti i cittadini di Appignano che potranno vaccinarsi senza il disagio della trasferta in un’altra città”.

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*