Eventi Disabilità

Il ministro Alessandra Locatelli nelle Marche: tappe a Fano, Pesaro e Macerata

Grande partecipazione di associazioni ed operatori di settore agli incontri organizzati dalla Lega Marche con il ministro per le Disabilità Alessandra Locatelli giunta nelle Marche per confrontarsi con le realtà associative del Terzo Settore e sostenere le candidature a sindaco di Fano di Luca Serfilippi e di Pesaro Marco Lanzi e la candidatura europea della consigliera regionale Anna Menghi, responsabile per le Marche del Dipartimento disabilità della Lega e prima firmataria della modifica alla legge regionale con cui si valorizza il ruolo della Consulta, organo fondamentale che esiste solo nella nostra regione e che vede il coinvolgimento di tutte le associazioni che si occupano dei diritti delle persone con disabilità.

Presenti agli incontri per la Lega la segretaria regionale on. Giorgia Latini, i segretari della Lega di Fano Alessandro Brandoni, di Macerata Aldo Alessandrini e di Pesaro Silvana Ghiretti con il capogruppo in comune Dario Andreolli, il vicepresidente e assessore alla Sanità della Regione Filippo Saltamartini, il consigliere regionale capogruppo Renzo Marinelli, il sindaco di Macerata e presidente della Provincia Sandro Parcaroli con gli assessori comunali Oriana Piccioni e Andrea Marchiori. Tra i rappresentanti delle istituzioni a Macerata il rettore dell’Unicam John McCourt.

“Le disabilità sono da sempre una priorità della Lega che ha fortemente voluto il ministero dedicato e porta avanti un progetto rivoluzionario – ha detto il segretario della Lega Marche on. Giorgia Latini nella conferenza stampa che si è tenuta nella sede dell’Anffas a Macerata prima dell’assemblea con la consulta delle disabilità – Da assessore regionale ho avuto la delega al Terzo Settore e sall’Istruzione e so bene come questi temi siano centrali a partire dalla scuola e come sia necessario formare adeguatamente chi deve dare risposte in questo ambito. Bene dunque la riforma nazionale voluta dalla Lega con il ministro Locatelli che mette al centro la persona sempre e comunque”.

“Chi come me vive la disabilità sa cosa significa potarne il peso e con noi le nostre famiglie, ma ne vogliamo fare un punto di forza impegnandoci anche per gli altri – ha aggiunto la consigliera e candidata Anna Menghi – Anni fa ho aderito alla Lega perché ha avuto il merito e il coraggio di affrontare da pioniera il rapporto tra Politica, Istituzioni e Disabilità e oggi sono orgogliosa di poter dire che il tempo mi ha dato ragione sotto forma di risposte concrete come la legge delega, il primo G7 in materia di disabilità in programma in autunno e la programmazione dell’attività della consulta regionale allo sviluppo, alla centralità della quale ho dato il mio sostanziale contributo come consigliera regionale. Non ci fermiamo qui: forte della mia esperienza diretta e in stretta collaborazione con il ministro continuerò a lavorare sul territorio e, se sarò eletta, in Europa con quello spirito costruttivo e di servizio che le persone disabili e le loro famiglie hanno il diritto di pretendere”.

“Ho riscontrato una vivacità di progetti e di esperienze che racconta la sensibilità proattiva ed operativa nel campo del sociale e delle disabilità da parte di territori dove le disabilità costituiscono realmente un tema centrale – ha detto il ministro Locatelli a margine degli incontri – Con il decreto attuativo della legge delega in materia di disabilità vogliamo valorizzare le persone e i loro talenti: per questo abbiamo ridefinito la condizione di disabilità come condizione e non come malattia, introdotto l’accomodamento ragionevole, riformato le procedure di accertamento e la valutazione multidimensionale per l’elaborazione e l’attuazione del “Progetto di vita” individuale e personalizzato. Si tratta di una rivoluzione culturale e civile, che sviluppa un nuovo paradigma nella presa in carico della persona con disabilità, eliminando le estreme frammentazioni tra le prestazioni sanitarie, socio sanitarie e sociali. Dal primo gennaio del 2025 si avvierà la sperimentazione, ma già da quest’anno partirà una formazione intensa e capillare tra Enti e categorie per l’adozione di questo nuovo modello”.

Nella mattinata il ministro ha sostenuto a Fano il programma per il sociale e le disabilità di Luca Serfilippi che prevede, tra l’altro, l’inserimento del disability manager, figura professionale e di esperienza, con il compito di coordinare le varie agenzie del territorio che si occupano di disabilità in tavoli di collaborazione, condivisione, concertazione di tematiche, obiettivi, processi, progetti su cui modulare i tanti interventi operativi in programma.

A Pesaro, invece, dove il candidato sindaco Marco Lanzi ha sottolineato di voler potenziare la collaborazione fattiva con le tante realtà del sociale, il ministro Locatelli ha incontrato anche Giorgia Righi, in carrozzina per una patologia neurodegenerativa, diagnosticata a nove anni, promotrice della legge per facilitare l’accesso delle persone disabili agli spettacoli pubblici anche attraverso le prenotazioni online ormai diventate prassi. A completamento del tour pesarese anche un pranzo veloce per conoscere da vicino Utopia, l’impresa sociale pesarese che impiega giovani con disabilità in un’attività di bar e trattoria sociale al Parco Miralfiore, con cui ha affrontato il tema della proposta di estendere i benefici fiscali ottenuti dalla legge Comincini, per tutte le imprese sociali.

0 Condivisioni

Commenti chiusi.